L’importanza di educare se stessi

Oggi si inaugura questa nuova rubrica nata dalle trascrizioni di vari discorsi spontanei tenuti durante il terzo anno della Scuola Sperimentale di Teatro. Si affrontano di volta in volta problemi generali dell’essere umano-attore così come situazioni interne alla scuola che fanno emergere problematiche universali. La parola parlata rispetto a quella

Il teatro è un ragazzino di tredici anni che vende giornali per strada

Il teatro è quello al centro.¹ Qualcuno potrebbe raffigurarsi il teatro come un saggio dalla barba bianca seduto in poltrona, forte della sua vecchiaia e portatore di un’esperienza millenaria, il quale dall’alto della propria vita già vissuta osserva silenzioso e benevolo noi che tentiamo di servirlo al meglio. Invece più